ALCASE Italia

ALCASE Italia

per la lotta al cancro del polmone

Avviato il Programma Nazionale di Screening per il Cancro del Polmone nel Regno Unito

Avviato il Programma Nazionale di Screening per il Cancro del Polmone nel Regno Unito

30 Giugno 2023

COMUNICATO DEL GOVERNO DEL REGNO UNITO:

avvieremo presto programma nazionale di screening mirato al cancro del polmone e progettato per scoprirlo in uno stadio precoce

26 giugno 2023

In sintesi:

• Screening mirato al cancro del polmone per la diagnosi precoce.
• Tutte le persone di età compresa tra 55 e 74 anni con una una storia di fumo di tabacco saranno valutate e, se il caso, invitate a sottoporsi a screening, oltre che a seguire programmi per la cessazione del fumo.
• Il lancio segue il successo della prima fase del programma di screening polmonare da parte del NHS England, con il 76% di tumori polmonari scoperti in fase precoce di malattia nelle persone testate.

Il primo ministro e il segretario di stato per la salute e l’assistenza sociale hanno annunciato l’avvio di un programma nazionale di screening del cancro al polmone, progettato per individuare in stadio precoce il cancro o per prevenirlo del tutto.

Ogni anno il programma – che una volta completamente implementato costerà 270 milioni di sterline all’anno – dovrebbe rilevare il cancro in ben 9.000 persone, grazie a quasi un milione di scansioni TAC a basso dosaggio (LDCT), e offrire cure anticipate.

Come già accennato, il programma segue una prima fase sperimentale, in cui circa il 70% dello screening è avvenuto in unità mobili parcheggiate in luoghi convenienti – come i parcheggi dei supermercati – per garantire un facile accesso e che è stato focalizzato alle aree più svantaggiate del paese, dove le persone hanno una probabilità 4 volte maggiore di fumare.

Il programma, sostenuto da una raccomandazione della National Screening Committee del Regno Unito, utilizzerà le cartelle cliniche dei pazienti di età compresa tra 55 e 74 anni per identificare i fumatori attuali o precedenti. I pazienti avranno valutato il loro rischio in base alla loro storia di fumo e ad altri fattori.  Quelli considerati ad alto rischio saranno invitati a scansioni specialistiche ogni 2 anni.

Il primo ministro, Rishi Sunak, ha dichiarato:

«Mentre ci avviciniamo al 75° anniversario della fondazione del NHS (National Health Service o  Sistema Sanitario Nazionale del Regno Unito), voglio assicurarmi che continui a prosperare per i prossimi 75 anni e oltre.
E mentre ci concentriamo sul taglio delle liste d’attesa a breve termine, dobbiamo anche cercare di affrontare alcune delle sfide a lungo termine che il NHS deve affrontare, incluso il cancro ai polmoni che costa 35.000 vite ogni anno. L’introduzione dello screening per le persone ad alto rischio tra i 55 e i 74 anni salverà migliaia di vite umane rilevando, fino a 9.000 tumori polmonari all’anno in stadio iniziale.
Il servizio sanitario nazionale ha curato un numero record di malati di cancro negli ultimi 2 anni, con diagnosi di cancro più frequenti in una fase precoce e tassi di sopravvivenza in miglioramento in quasi tutti i tipi di cancro. Il nuovo screening ci aiuterà ad andare oltre e fornire un’ancora di salvezza a migliaia di famiglie in tutto il paese

Il programma intende anche aiutare le persone a migliorare la propria salute in generale e a ridurre i propri fattori di rischio oncologico, incoraggiando l’uso dei servizi volta a smettere di fumare.

Nella prima fase sperimentale sono state invitate quasi 900.000 persone per i controlli, sono state effettuate 375.000 valutazioni di rischio e sono state effettuate 200.000 scansioni.
A più di 2.000 persone è stato diagnosticato il cancro del polmone, per il 76% in una fase precoce di sviluppo, rispetto al 29% nel 2019, quando non era attiva alcuna forma di screening.

Il segretario alla salute e all’assistenza sociale, Steve Barclay, ha dichiarato:

«Attraverso il nostro programma di screening stiamo ora vedendo più diagnosi in stadio 1 e in stadio 2 nelle comunità più svantaggiate, il che è, sia un passo positivo in sé, sia  un esempio pratico di come stiamo riducendo le disuguaglianze sanitarie.
Prolungarlo ulteriormente allungherà la vita media dei malati, scoprendo la neoplasia polmonare prima e riducendo i livelli di cura richiesti: non solo a vantaggio del paziente, ma anche delle altre persone che per i più diversi motivi, necessitato dei servizi del NHS.
Sono determinato a combattere il cancro su tutti i fronti attraverso una migliore prevenzione, diagnosi, e trattamento.  Non trascurando l’importante ruolo della ricerca.»

Il fumo provoca il 72% dei tumori polmonari, circa 35.000 persone muoiono e 48.000 persone ricevono una diagnosi di cancro ai polmoni, ogni anno.
Il cancro ai polmoni ha uno dei tassi di sopravvivenza più bassi fra i tumori che colpiscono l’uomo, e ciò è in gran parte attribuito al fatto che il trattamento del cancro del polmone, se diagnosticato in una fase avanzata, ha molte meno probabilità di essere efficace. Il trattamento del cancro in una sua fase precoce di sviluppo migliora, invece, la possibilità di sopravvivenza, con  il 60% di sopravviventi a 5 o più anni in stadio I, rispetto al 4% dello stadio IV.

Si stima che l’implementazione completa del programma significherà che 325.000 persone ogni anno saranno stimate idonee per una prima LDCT, con 992.000 scansioni all’anno previste in totale.  Nuovi tecnici di radiologia, che dovrebbero essere assunti come previsto, contribuiranno a sostenere il programma.

Chiunque sarà valutato ad alto rischio per un cancro ai polmoni, verrà sottoposto a una scansione con tomografia computerizzata a bassa dose (LDCT) e successiva diagnosi e trattamento, se necessario.  Coloro i quali avranno scansioni negative verranno nuovamente invitate per ulteriori scansioni ogni 24 mesi, fino al superamento del limite massimo di età.

Alcune persone che risulteranno negative al test, ma che presentano noduli polmonari saranno invitati ad eseguire scansioni più frequenti. Questi noduli sono spesso i primi segni di sviluppo del cancro, quindi monitorarli più frequentemente è assolutamente necessario.

Estratto del comunicato stampa pubblicato sul  sito del Governo del Regno Unito

2024-06-02T18:26:53+00:00
Torna in cima