La nutrizionista oncologica de Laurentiis risponde

La nutrizionista oncologica e il cancro del polmone

Rubrica di supporto di ALCASE Italia a cura della dott.ssa Angela de Laurentiis

La dott.ssa Angela de Laurentiis, Biologa Ricercatrice e Nutrizionista, laureata presso l’Università di Milano, ha svolto un tirocinio presso l’ospedale San Raffaele di Milano nel reparto di Immunoterapia e terapia genica dei tumori. Vedi Curriculum vitae

Nel 2007 ha conseguito presso l’università di Zurigo il Dottorato di Ricerca con specializzazione in Oncologia Sperimentale, al termine del quale ha iniziato una collaborazione con l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano prima e presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano poi.

Attualmente lavora come libera professionista e collabora con l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

Nella definizione di una dieta oncologica è fondamentale:

conoscere ed evitare nutrimenti che alimentano e rinforzano le cellule tumorali;

ottimizzare l’efficacia delle terapie assunte, favorendone l’assimilazione grazie all’accoppiamento con determinati alimenti.

Gli alimenti e integratori vanno studiati e consigliati sulla base di consolidate conoscenze scientifiche o su risultati emersi dalla sperimentazione più recente.

La nutrizionista oncologica de Laurentiis risponde
nutrizionista oncologica de Laurentiis risponde

In questa sezione, la dott.ssa de Angeliis, come tutti gli altri specialisti del gruppoGLI ESPERTI RISPONDONO“, risponde solo a quesiti generali che il cancro del polmone pone al nutrizionista.

Come tutte le altre rubriche del gruppo, essa non sostituisce il lavoro del proprio medico, né può farlo. Può solo essere d’aiuto ad ottenere tutta l’informazione cui si ha diritto e che, non sempre, viene data. In qualche caso può fornire elementi aggiuntivi per meglio comprendere le proprie opzioni diagnostiche e fare, insieme col proprio curante, scelte consapevoli.

La nutrizionista oncologica de Laurentiis risponde

I quesiti posti agli esperti:

devono essere inerenti il cancro del polmone;

non devono riguardare un caso clinico personale -per il quale occorre invece chiedere un consulto medico al link: https://alcase.it/support/medici-eccellenti/-, ma devono porre una questione di carattere generale che possa essere d’aiuto ad altri pazienti;

non devono essere già stati trattati (verificare i commenti già pubblicati).


Si invita, pertanto, a sottoporre soltanto quesiti coerenti con le tre condizioni su esposte.

Nel caso in cui le domande non rispettino i requisiti succitati, ALCASE non le inoltrerà agli esperti e non risponderà ad eventuali solleciti