Prevenzione pdq NCI

La prevenzione del tumore polmonare
PDQ del National Cancer Institute
Versione per pazienti
Revisore scientifico della traduzione del testo originale
Dr. Gianfranco Buccheri

Cos’è la prevenzione del tumore polmonare

La prevenzione del cancro è un’azione, che si intraprende per ridurre le possibilità di contrarre il cancro. Facendo prevenzione, si riduce il numero di nuovi casi di cancro in un gruppo o in una popolazione. Ci si augura che ciò riduca il numero di decessi causati dal cancro.

Per impedire l’insorgenza di nuovi tumori, gli scienziati esaminano i fattori di rischio e quelli protettivi . Tutto ciò che aumenta le possibilità di sviluppare il cancro è chiamato fattore di rischio per il cancro; tutto ciò che riduce la possibilità di sviluppare il cancro è chiamato fattore protettivo.
Alcuni fattori di rischio per il cancro possono essere evitati, ma molti non possono.

Ad esempio, sia il fumo che l’ereditarietà di alcuni geni sono fattori di rischio per alcuni tipi di cancro, ma solo il fumo può essere evitato. L’esercizio fisico regolare e una dieta sana possono essere fattori protettivi per alcuni tipi di cancro. Evitare i fattori di rischio e aumentare i fattori protettivi può ridurre il rischio, ma ciò non significa che non si contrarrà il cancro.
Sono allo studio diversi modi per prevenire il cancro, tra cui:
• Cambiare stile di vita o abitudini alimentari.
• Evitare i fattori che possono causare il cancro.
• Assunzione di medicinali per il trattamento di una condizione precancerosa o per impedire l’insorgenza del cancro.

Informazioni generali sul cancro al polmone

La malattia

Il cancro del polmone è una malattia in cui si formano cellule maligne (cancro) nei tessuti polmonari. I polmoni sono una coppia di organi respiratori a forma di cono, che si trovano dentro il torace. I polmoni portano ossigeno nel corpo, mentre inspiri. Rilasciano dal corpo anidride carbonica, un prodotto di scarto delle cellule, mentre espiri. Ogni polmone ha sezioni chiamate lobi . Il polmone sinistro ha due lobi. Il polmone destro è leggermente più grande e ha tre lobi. Una sottile membrana chiamata pleura circonda i polmoni. Due tubi chiamati bronchi portano dalla trachea ai polmoni destro e sinistro. I bronchi sono talvolta coinvolti dal carcinoma polmonare. Piccole sacche d’aria chiamate alveoli e piccoli tubi chiamati bronchioli compongono l’interno dei polmoni.

Le cause di morte

Il cancro al polmone è la principale causa di morte per cancro sia negli uomini che nelle donne. Muoiono più persone per cancro al polmone che per qualsiasi altro tipo di cancro .
Il cancro al polmone è il terzo tumore più comune negli Stati Uniti, dopo il cancro della pelle. Il numero di nuovi casi e decessi per cancro al polmone è più alto negli uomini di colore.

La prevenzione

  • Evitare i fattori di rischio e aumentare i fattori protettivi può aiutare a prevenire il cancro ai polmoni.
  • Gli studi clinici di prevenzione del cancro sono  utilizzati per studiare i modi per prevenire il cancro.
  • Nuovi metodi per prevenire il cancro ai polmoni sono allo studio negli studi clinici.

Fattori di rischio e fattori protettivi

I fattori di rischio includono il fumo, il sovrappeso e il mancato esercizio fisico. Parlate con il vostro medico o altro operatore sanitario su come è possibile ridurre il rischio di cancro.
Aumentare il peso dei fattori protettivi, come smettere di fumare e fare esercizio fisico può anche aiutare a prevenire alcuni tumori. Parlate con il vostro medico o altro operatore sanitario su come è possibile ridurre il rischio di cancro.

FATTORI DI RISCHIO

Prevenzione pdq

L’esposizione al fumo passivo di tabacco è anche un fattore di rischio per il cancro ai polmoni. Il fumo passivo è il fumo che proviene da una sigaretta accesa o da altri prodotti del tabacco o che viene espirato dai fumatori. Le persone che inalano il fumo passivo sono esposti agli stessi agenti cancerogeni dei fumatori, anche se in piccole quantità. L‘inalazione del fumo passivo si chiama fumo involontario o passivo.

Il fumo di tabacco è il fattore di rischio più importante per il cancro ai polmoni. Il fumo di sigaretta , sigaro e pipa aumenta il rischio di cancro ai polmoni. Il fumo di tabacco causa circa 9 casi su 10 di cancro ai polmoni negli uomini e circa 8 casi su 10 di cancro ai polmoni nelle donne.

Gli studi hanno dimostrato che fumare sigarette a basso contenuto di catrame o di nicotina non riduce il rischio di cancro ai polmoni.

Gli studi dimostrano anche che il rischio di cancro ai polmoni dovuto al fumo di sigarette aumenta con il numero di sigarette fumate al giorno e il numero di anni fumati. Le persone che fumano hanno circa 20 volte il rischio di cancro ai polmoni rispetto a quelle che non fumano.

Avere una storia familiare di cancro ai polmoni è un fattore di rischio per il cancro ai polmoni. Le persone con un parente che ha avuto un cancro ai polmoni possono avere il doppio delle probabilità di avere un cancro ai polmoni rispetto alle persone che non hanno un parente che ha avuto un cancro ai polmoni. Poiché il fumo di sigaretta tende a susseguirsi nelle famiglie e i membri della famiglia sono esposti al fumo passivo, è difficile sapere se l’aumento del rischio di cancro ai polmoni deriva dalla storia familiare di cancro ai polmoni o dall’esposizione al fumo di sigaretta.

Essere infettati dal virus dell’immunodeficienza umana (HIV), causa della sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS), comporta un rischio più elevato di cancro ai polmoni. Le persone con infezione da HIV possono avere più del doppio del rischio di cancro ai polmoni rispetto a coloro che non sono infetti. Poiché i tassi di fumo sono più elevati nei soggetti con infezione da HIV rispetto a quelli non infetti, non è chiaro se l’aumento del rischio di cancro ai polmoni sia dovuto all’infezione da HIV o all’esposizione al fumo di sigaretta.

Esposizione alle radiazioni: essere esposti alle radiazioni è un fattore di rischio per il cancro ai polmoni. Le radiazioni della bomba atomica, la radioterapia , i test di imaging e il radon sono fonti di esposizione alle radiazioni:
• Radiazioni della bomba atomica: essere esposti alle radiazioni dopo un’esplosione di una bomba atomica aumenta il rischio di cancro ai polmoni.
• Radioterapia: la radioterapia al torace può essere usata per trattare alcuni tumori, incluso il cancro al seno e il linfoma di Hodgkin . Utilizza la terapia di radiazione a raggi x, raggi gamma, o altri tipi di radiazioni che possono aumentare il rischio di cancro ai polmoni. Maggiore è la dose di radiazione ricevuta, maggiore è il rischio. Il rischio di cancro ai polmoni a seguito di radioterapia è maggiore nei pazienti che fumano rispetto ai non fumatori.
• Test di imaging: test di imaging, come scansioni CT (TAC), espongono i pazienti alle radiazioni. Le scansioni TC a spirale a basse dosi espongono i pazienti a meno radiazioni rispetto alle scansioni CT a dose più elevata. Nello screening del carcinoma polmonare, l’uso di scansioni TAC spirale a basso dosaggio può ridurre gli effetti dannosi delle radiazioni.
• Radon: il radon è un gas radioattivo che deriva dalla degradazione dell’uranio nelle rocce e nel suolo. Filtra attraverso il terreno e fuoriesce nell’aria o nell’acqua. Il radon può entrare nelle case attraverso fessure nei pavimenti, nei muri o nelle fondamenta e livelli di radon possono accumularsi nel tempo.

Gli studi dimostrano che alti livelli di gas radon all’interno della casa o sul posto di lavoro aumentano il numero di nuovi casi di cancro ai polmoni e il numero di decessi causati da cancro ai polmoni. Il rischio di carcinoma polmonare è maggiore nei fumatori esposti al radon rispetto ai non fumatori che sono esposti ad esso. Nelle persone che non hanno mai fumato, circa il 26% dei decessi causati da cancro ai polmoni è stato collegato all’esposizione al radon.

Esposizione sul posto di lavoro: gli studi dimostrano che l’esposizione alle seguenti sostanze aumenta il rischio di cancro ai polmoni:
• Amianto .
• Arsenico .
• Cromo.
• Nichel.
• Berillio.
• Il cadmio .
• Catrame e fuliggine.

Queste sostanze possono causare il cancro ai polmoni nelle persone che sono esposte sul posto di lavoro e che non hanno mai fumato. All’aumentare del livello di esposizione a queste sostanze, aumenta anche il rischio di cancro ai polmoni. Il rischio di cancro ai polmoni è ancora più elevato nelle persone esposte anche al fumo.

Inquinamento atmosferico: gli studi dimostrano che vivere in aree con livelli più elevati di inquinamento atmosferico aumenta il rischio di cancro ai polmoni.

L’assunzione di integratori di beta carotene (pillole) aumenta il rischio di cancro ai polmoni, specialmente nei fumatori che fumano una o più confezioni al giorno. Il rischio è maggiore nei fumatori che bevono almeno una bevanda alcolica ogni giorno.

FATTORI DI PROTEZIONE

Prevenzione pdq

Il modo migliore per prevenire il cancro ai polmoni è non fumare.

I fumatori possono ridurre il rischio di cancro ai polmoni smettendo. Nei fumatori che sono stati curati per il cancro ai polmoni, smettere di fumare riduce il rischio di nuovi tumori ai polmoni. Corsi di disassuefazione, l’uso di prodotti sostitutivi della nicotina e la terapia antidepressiva hanno aiutato i fumatori a smettere definitivamente.

In una persona che ha smesso di fumare, la possibilità di prevenire il carcinoma polmonare dipende da quanti anni e dalla quantità di fumo pregresso e dal tempo passato dalla cessazione del fumo. Dopo 10 anni di cessazione del fumo, il rischio di cancro ai polmoni diminuisce dal 30% al 60%.

Sebbene il rischio di morire di cancro ai polmoni possa essere notevolmente ridotto smettendo di fumare per un lungo periodo di tempo, il rischio non sarà mai così basso come è il rischio nei non fumatori. Ecco perché è importante che i giovani non inizino a fumare.

Vedere di seguito per ulteriori informazioni sulla cessazione del fumo:
• Tabacco (include aiuto per smettere)

Fumo di sigaretta: rischi per la salute e come smettere

Le leggi che proteggono i lavoratori dall’esposizione a sostanze cancerogene, come amianto, arsenico, nichel e cromo, possono aiutare a ridurre il rischio di sviluppare il cancro ai polmoni.

Le leggi che impediscono il fumo sul posto di lavoro aiutano a ridurre il rischio di cancro ai polmoni causato dal fumo passivo

La riduzione dei livelli di radon può ridurre il rischio di cancro ai polmoni, in particolare tra i fumatori di sigarette.

Alti livelli di radon nelle case possono essere ridotti adottando misure per prevenire perdite di radon, come sigillare gli scantinati.

Alcuni studi dimostrano che le persone che mangiano elevate quantità di frutta o verdura hanno un rischio inferiore di cancro ai polmoni rispetto a coloro che ne mangiano di piccole quantità. Tuttavia, poiché i fumatori tendono ad avere diete meno sane rispetto ai non fumatori, è difficile sapere se la riduzione del rischio deriva da una dieta sana o dal non fumare

Alcuni studi dimostrano che le persone che sono fisicamente attive hanno un rischio inferiore di cancro ai polmoni rispetto alle persone che non lo sono.

Tuttavia, poiché i fumatori tendono ad avere diversi livelli di attività fisica rispetto ai non fumatori, è difficile sapere se l’attività fisica influisce sul rischio di cancro ai polmoni.

Quanto segue non riduce il rischio di cancro ai polmoni:
Integratori di beta carotene nei non fumatori
Gli studi sui non fumatori mostrano che l’assunzione di integratori di beta carotene non riduce il rischio di cancro ai polmoni.

Integratori di vitamina E
Gli studi dimostrano che l’assunzione di integratori di vitamina E non influisce sul rischio di cancro ai polmoni.

Gli studi clinici di prevenzione sono utilizzati per comprendere come prevenire il cancro

Gli studi clinici di prevenzione del cancro sono usati per studiare i modi per ridurre il rischio di sviluppare alcuni tipi di cancro. Alcuni studi di prevenzione del cancro sono condotti con persone sane che non hanno avuto il cancro ma che hanno un rischio aumentato di cancro. Altri studi di prevenzione sono condotti con persone che hanno avuto il cancro e stanno cercando di prevenire un altro tumore dello stesso tipo o di ridurre le probabilità di sviluppare un nuovo tipo di cancro. Altri studi vengono condotti su volontari sani che sono noti per non avere alcun fattore di rischio per il cancro.
Lo scopo di alcuni studi clinici sulla prevenzione del cancro è scoprire se le azioni intraprese dalle persone possono prevenire il cancro. Questi possono includere mangiare frutta e verdura, fare attività fisica, smettere di fumare o assumere determinati medicinali , vitamine , minerali o integratori alimentari.

Nuovi metodi di prevenzione

Informazioni sugli studi clinici supportati da NCI sono disponibili sulla pagina di ricerca degli studi clinici di NCI. Gli studi clinici supportati da altre organizzazioni sono disponibili sul sito Web ClinicalTrials.gov .