ALCASE Italia

ALCASE Italia

per la lotta al cancro del polmone

Superiorità di Alectinib alla chemio standard nella terapia adiuvante del NSCLC, ALK-positivo

Tra i pazienti con NSCLC resecato ALK-positivo di stadio IB, II o IIIA, l’uso di alectinib come adiuvante ha migliorato significativamente la sopravvivenza libera da malattia rispetto alla chemioterapia a base di platino. Sono questi i risultati preliminari più significativi di un ampio studio internazionale di fase III.

Superiorità di Alectinib alla chemio standard nella terapia adiuvante del NSCLC, ALK-positivo2024-06-02T15:26:37+00:00

Dimostrata una scarsa correlazione tra endpoints negli studi sul NSCLC metastatico in immunoterapia

L’analisi sopra descritta indica che, almeno per le sperimentazioni con ICIs nel NSCLC metastatico, la risposta globale e la sopravvivenza libera da progressione non possono essere considerati endpoints inequivocabilmente significativi e sostitutivi della sopravvivenza globale.

Dimostrata una scarsa correlazione tra endpoints negli studi sul NSCLC metastatico in immunoterapia2024-06-05T14:28:56+00:00

Durvalumab peri-operatorio

L’utilizzo dell’immunoterapia peri-operatoria per il tumore polmonare non a piccole cellule (NSCLC) rappresenta una strategia valutata in diversi studi e da noi presentata in varie pillole. Questo recente articolo, appena pubblicato sull'autorevole New Engl J Med (2023; 389:1672-1684), descrive i risultati del Durvalumab in tale ambito, al “primo controllo” programmato per questo studio di fase III internazionale.

Durvalumab peri-operatorio2024-06-02T15:33:18+00:00

Confermata l’efficacia terapeutica del cemiplimab

Conclusioni dello studio EMPOWER-Lung 1: "Al follow-up a 35 mesi, il beneficio di cemiplimab in termini di sopravvivenza per pazienti in con carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio avanzato è stato simile al beneficio dopo un anno di terapia, confermandone l'uso come monoterapia di prima linea per questa popolazione. L'aggiunta della chemioterapia a cemiplimab durante la progressione potrebbe fornire un nuovo trattamento di seconda linea per i pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio avanzato.

Confermata l’efficacia terapeutica del cemiplimab2024-06-02T15:36:12+00:00

Sugemalimab: un nuovo, efficace immunoterapiaco per il cancro non a piccole cellule del polmone (NSCLC) metastatico

I benefici della aggiunta di Sugemalimab alla chemioterapia sono stati osservati in tutti i sottogruppi di NSCLC metastatico, a prescindere dal tipo istologico e dai livelli di espressione di PD-L1. Ciò significa che anche i pazienti con livelli di PD-L1 assenti, con NSCLC squamoso e non, possono beneficiare di questa terapia. Inoltre, l'aggiunta di Sugemalimab alla chemioterapia standard non ha mostrato alcun peggioramento degli effetti collaterali rispetto alla sola chemioterapia.

Sugemalimab: un nuovo, efficace immunoterapiaco per il cancro non a piccole cellule del polmone (NSCLC) metastatico2024-06-02T18:33:32+00:00

Nivolumab in neoadiuvante. Migliora sensibilmente l’efficacia della chemioterapia pre-operatoria

Nei pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule resecabile, nivolumab in neoadiuvante associato alla chemioterapia ha determinato una sopravvivenza libera da malattia significativamente più lunga e una percentuale più elevata di pazienti con una risposta patologica completa rispetto alla sola chemioterapia. L'aggiunta di nivolumab alla chemioterapia neoadiuvante non ha aumentato l'incidenza di eventi avversi né ha impedito la fattibilità della chirurgia (Risultati di uno studio internazionale, ilCheckMate 816, pubblicato sull'autorevole New Engl J Med ).

Nivolumab in neoadiuvante. Migliora sensibilmente l’efficacia della chemioterapia pre-operatoria2024-06-02T18:34:00+00:00
Torna in cima